Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2021

nuova ristampa di Bacchanal, disco storico di Gabor Szabo

  Dopo "Dreams", l'album del '68 con una copertina pseudo-liberty che richiama la grafica di "Revolver" dei Beatles, l'etichetta EBALUNGA ristampa anche "Bacchanal" altro disco con ispirazioni folk psichedeliche del chitarrista ungherese. https://ebalunga.bandcamp.com/album/bacchanal https://ebalunga.bandcamp.com/album/dreams

futurismo e radio, una puntata di audiobox

  Radio Techetè trasmette una selezione di programmi di Audiobox e delle conversazioni con Pinotto Fava, Carlo Infante, Roberto Paci Dalò, Sergio Messina e Sabina Sacchi curate da Silvana Matarazzo e Andrea Borgnino. Audiobox è stato il principale spazio di sperimentazione della radio italiana, dove potevano convivere la poesia fonetica, le frontiere elettroniche, la video arte, la microeditoria, i rapporti con le emittenti comunitarie, le musiche eterodosse e di improvvisazione. Ogni puntata era un viaggio non banale nelle pratiche innovative della radio e di tutto quando avesse a che fare con la parola e il suono. “Audiobox tendeva a creare congegni di seduzione e cortocircuiti, mettendo in discussione tradizionali e consolidate opposizioni e a dare nuovo senso a parole come interferenza, rumore, silenzio” come scrive alla voce Audiobox il critico Giovanni Cordoni per la Garzantina della Radio. Uno spazio importante ha avuto il teatro per Audiobox, che ha proposto uno spaccato di qua

suoni inediti dei Tony Williams Lifetime

 Inediti e rarità dei Tony Williams Lifetime In rete gira materiale inedito dei mitici Tony Williams Lifetime, solo il live a New York è stato pubblicato in cd. Interessante l'album in studio inedito con Allan Holdsworth e il remix di Bill Laswell di Turn It Over con John Mclaughlin.

nuovo disco del Hedvig Mollestad Trio Ding Dong. You're Dead su Rune Grammofon

 Sempre un mix di potente hard rock quasi sabbattiano e prog-jazz caratterizza i lavori del trio della chitarrista norvegese  Hedvig Mollestad che pubblica un nuovo lavoro su Rune Grammofon. I brani, sempre sviluppati sempre in lunghe improvvisazioni, non deviano mai verso inutili tecnicismi stile fusion, malgrado qualche critico senza alcuna ragione dica il contrario. Ma come al solito c'è chi parla di argomenti che non conosce. Il suono del trio si muove sulle sonorità storiche dell'hard rock in un hendrixismo jazzato che ricorda il primo McLaughlin, quello di Devotion e primissima Mahavishnu, ma su strutture più vicine alla semplicità del blues rock.

edizione definitiva per il mitico album dei Japan "Quiet Life" del 1979

  Quiet Life BOX SET Deluxe Edition è il cofanetto con la riedizione del mitico album del dicembre del 1979 dei Japan con una riedizione LP in vinile nero da 180 g masterizzato a mezza velocità. Quiet Life – 3CD+LP deluxe box set CD1 – QUIET LIFE Quiet Life (2020 Remaster) Fall In Love With Me (2020 Remaster) Despair (2020 Remaster) In Vogue (2020 Remaster) Halloween (2020 Remaster) All Tomorrows Parties (2020 Remaster) Alien (2020 Remaster) The Other Side of Life (2020 Remaster) CD2 – A QUIETER LIFE: ALTERNATIVE MIXES & RARITIES 1. European Son (Steve Nye 7” Remix 1982)* 2. Life In Tokyo (Steve Nye 7” Special Remix 1982) 3. Quiet Life (Original German 7” Mix 1980)* 4. I Second That Emotion (Steve Nye 7” Remix 1982)* 5. All Tomorrow’s Parties (Steve Nye 7” Remix Version 1983) 6. European Son (John Punter 12” Mix 1980) 7. Life In Tokyo (Steve Nye 12” Special Remix Version 1982) 8. I Second That Emotion (Steve Nye 12” Remix Version 1982) 9. All Tomorrow’s Parties (Steve Nye 12” Remix

Nuove uscite e raccolta di singoli 2020/2021 per la Dream Catalogue

 La label vaporwave Dream Catalogue ha sfornato a febbraio i nuovi album di Hong Kong Express, Elegance Of The Damned, AUT2M, Passive Refraction  e un sampler dei singoli dei suoi artisti, una panoramica sui suoni dell'etichetta al prezzo speciale di 1 pound. https://dreamcatalogue.bandcamp.com/album/singles-winter-20-21 https://dreamcatalogue.bandcamp.com/album/psyche-expression https://dreamcatalogue.bandcamp.com/album/good-things-begin-in-the-quiet https://dreamcatalogue.bandcamp.com/album/l-y-f https://dreamcatalogue.com

Spooky Tooth & Pierre Henry:

 Disco assolutamente dimenticato questo terzo album del 1969 degli Spooky Tooth band psych-rock della seconda metà degli anni 60. "Ceremony: An Electronic Mass" ricalca l'idea della "messa rock" inaugurata dagli Electric Prunes (Mass in F Minor, 1968) ma  il disco è stato un insuccesso totale. E' ignota la genesi dell'operazione ma l'album doveva è una collaborazione con il compositore francese Pierre Henry, uno dei più influenti compositori sperimentali del dopoguerra, legato alla musica concreta, non nuovo ad interazioni con il rock. Una certa critica rock ha attribuito le colpe dell'insuccesso ovviamente a Pierre Henry che forse poteva definire meglio il perimetro sonoro del confronto con la band rock o individuarne una più avvezza al rumorismo e alla atmosfere sperimentali. Sembrerebbe che tecnicamente Henry si sia inserito in sovraincisione ma di sicuro le direzioni del compositore e quella della band sono differenti e non ben amalgamate, c&

"All Caps" nuovo E.P. di Zuli

Il nuovo e.p. del producer egiziano Zuli si chiama "All Caps". Dopo l'ottimo doppio album "Terminal" in cui spaziava fra vari generi trasversali Zuli sposta l'asse sonoro verso un breakbeat scuro e nervoso che lo  riconferma come un autore da tenere d'occhio. https://zulimusic.bandcamp.com/album/all-caps-uiq0012

Scomparso Paul Jackson, leggendario bassista di Herbie Hancock

 È scomparso il 18 marzo, in una struttura ospedaliera vicino a Tokyo, all'età di 73 anni il bassista degli Headhunters, Paul Jackson.  La formazione funky ha accompagnato Herbie Hancock nei suoi leggendari album degli anni 70 come Head Hunters del 1973.   https://www.npr.org/2021/03/19/978930638/paul-jackson-headhunters-bassist-who-played-with-herbie-hancock-dies-at-73?t=1616226227069

Ben Frost e la colonna sonora di Raised by Wolves

 E' Ben Frost l'autore della magnifica colonna sonora della serie di fantascienza prodotta da Ridley Scott "Raised by Wolves" per HBO Max.  Ben Frost è reduce da varie prestigiose realizzazioni di ambient cinematico come i soundtrack di "Fortidtude" e di "Dark" malgrado un linguaggio musicale elettronico con venature sperimentali. Per "Raised by Wolves" realizza una song per i titoli di testa di qualità decisamente alta, molti improvvisati canzonettisti avrebbero molto da imparare. Il brano ha un pathos notevole e troviamo alla voce Mariam Wallentin. qui il trailer della serie

Disco epico di Jan Akkerman dal profondo degli anni 70

 Una psichedelìa acida e sperimentale in questo lavoro del 1972 del chitarrista Jan Akkerman, membro fondatore del gruppo progressive-rock Focus. Successivamente ha preso una deriva fusion che ha reso meno interessanti i suoi dischi. qui alle prese con una improvvisazione con i Focus una inaspettata collaborazione con il grande Tony Scott

Nuovo lavoro di Gazelle Twin con NYX

  E' da un pò di tempo che mi occupo di questa performer che si fa chiamare Gazelle Twin, un artista davvero poliedrica interessante, che stavolta collabora con NYX. NYX è un coro elettronico ultraterreno, che impiega l'elettronica dal vivo e  tecniche vocali estese. Con arrangiamenti e composizioni originali del direttore del coro Sian O'Gorman, NYX sta rimodellando il ruolo del coro femminile tradizionale, testando i limiti della modulazione organica e sintetica per esplorare l'intero spettro della voce femminile collettiva come strumento https://nyx-edc.bandcamp.com/album/deep-england

Intersystems, un progetto dal profondo degli anni 60

 Psichedelia e sperimentazione grazie all'interazione con Robert Moog un brano dal terzo album di Intersystem

video dal nuovo album pubblicato come Alex Marenga

 La Creazione del Vuoto Video introspettivo girato nella cripta del Duomo di Nepi per chitarra elettrica trattata contenuto nell'album "The End of the History" pubblicato da Eclectic Productions

La Musica come Anestetico

Una riflessione sul personaggio osannato in modo unanime dai media. Personalmente sempre detestato, malgrado ci fosse chi ammirasse una presunta difficoltà tecnica di esecuzione (in realtà si trattava di fatica per essere in un meccanismo di produzione intensiva di musica di intrattenimento). Ma la "popular music" va sempre collocata nei periodi storici, inquadrata nei modi di consumo e nei gruppi sociali di riferimento. Partiamo dal periodo storico, anni 60 e crescita esponenziale negli anni 70. Gli anni delle controculture, dei movimenti, della rivoluzione dei costumi, delle contestazioni. Il modo di consumo, puro intrattenimento dopolavorista e feste de l'Unità. Gruppi sociali di riferimento, lavoratori e classe operaia in prevalenza delle "zone rosse" e piccola borghesia di provincia. Il prodotto concentra i suoi temi sui "valori" della Romagna: la famiglia, l'amore e l'amicizia Il liscio e Casadei sono stati a tutti gli effetti un anesteti