Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2015

Intervista sull'ultimo lavoro di Amptek "Altered State of Mind"

Cos'è Altered State of Mind? È il concentrato di una serie di miei studi sulla chitarra elettrica. Sono alcuni anni che sto elaborando materiali realizzati per sole chitarre elettriche, da un lato grazie all'impiego di nuovi effetti digitali dall'altro anche a fronte delle novità formali diffusesi con il dilagare della musica elettronica, che mi hanno indotto a sperimentare in direzioni differenti. Quindi ho deciso di tracciare una linea, di pubblicare lo stato delle cose riguardo le mie elaborazioni per chitarra elettrica. Ma si tratta di manipolazioni effettuate con il computer? Si tratta fondamentalmente di due concept nei quali la chitarra si confronta con il digitale. Il primo, nel quale l'editing avviene a posteriori attraverso l'applicazione di plug-ins e di cuts effettuati su Cubase, e incredibilmente riguarda i brani meno astratti come “Posizioni nel Tempo”, “Altered State of Mind” e sul primo movimento di “Dark Masses”. E un secondo dove

Amptek's Playlist 2014

le mie personali playlist 2014, ho preferito distinguere gli artistici "storici" dalle "nuove tendenze" e malgrado ciò penso sia impossibile effettuare delle concrete graduatorie, sono dischi da ascoltare e basta.... i top 25 del 2014 Gli artisti contemporanei che hanno prodotto dischi, a mio avviso, degni di attenzione nel 2014 Flying Lotus  - You Are Dead (Warp) pur restando un disco pienamente nello stile già rodato da Flying Lotus, è un lavoro che sprizza di jazz-rock anni 70. Suonato e non programmato, coglie un certo sound vintage riuscendo ad integrarlo nell'universo sonoro hip-hop. Degna di nota l'ospitata del divino Herbie Hancock, il re del jazz funk di tutti i tempi. http://youtu.be/k4Oz8UmUXbg Flaming Lips  - With A Littile Helpd from My Fwends Teho Teardo and Blixa Bargeld  - Spring Squarepusher  - Music For Robots Cliff Martinez  – The Knick (OST) (Milan) Arve Henriksen  - Cosmic Creation  Hans Zimmer  – Interstellar (OST)