Passa ai contenuti principali

Biography

AMPTEK: Alessandro Marenga Productions and TEKnologies 


 AMPTEK is an electronic music project by Alex Marenga (composer, guitarist, videomaker, producer, visual artist and electronic musician) since 1995. 
He produced breakbeat, experimental, electro, techno, downtempo and ambient music. He also founded the electro-funk crossover band ENTROPIA, the techno-electro project Auto.Vox,the ambient project ZIQQURAT VERTIGO, the experimental band FRAMMENTI DI CAOS, and the post-rock band EXIT STRATEGY


He collaborated with dj PRINCE FASTER in two projects: CODA MOZZA and MICCIA CORTA. With AMPTEK project he recorded e.p. and albums for NATURE RECORDS, Timeout Records, SYNCRETIC records and Eclectic Records, His remixed tracks published with BMG Ariola, Nature, BrokenPot Hill, Slavik and more. (see discography) 
As composer, guitarist and producer, Alex Marenga recorded with band Entropia some albums, "Imaginary Solutions" (1997), "Vertical Invader" (2000) and "The Ultimate Eclectic Cinedelic Experience (funky cops and hardboiled girls)" (Noshame USA) (2005) "Shockwaves" (2010), "The Last Round" (2011), "Eclectic Surrealism" (2011) and "the Decline of Western Civilization"(2012).


He created some musical shows on the italian radios, like La Danza della Mente and Musica Machina with Recycle, The ZONE with Lius and DjMat, Falso Movimento with Giona A. Nazzaro. He collaborated with other projects like RECYCLE, REMO REMOTTI, EVA MILAN, MAURO TIBERI, SIMMETRIE, EPSILON INDI, DERIVA, YAX and in the last years with PRINCE FASTER, the poet and singer DANIELE AMENTA, and ETRURIA CRIMINALE BANDA (ECB POST POPULAR ORCHESTRA), FABIANA YVONNE LUGLI MARTINEZ (SIGN OF SOUND).
He founded the indipendent label ECLECTIC RECORDS, now called ECLECTIC PRODUCTIONS and the visual project AMPGAN SOYUZ with GIONA A. NAZZARO. Alex Marenga composed music for motion pictures, television show, cd-rom, dvd and web sites .



































Alex Marenga (chitarrista, compositore, dj, videomaker, produttore, autore radiofonico) ha promosso e partecipato a vari progetti musicali e multimediali. 
Con l’acronimo AMPTEK ha realizzato una serie di produzioni di elettronica sperimentale ed ha inciso dischi con la Nature, la Syncretic RecordsEclectic e altre etichette indipendenti. 

Proveniente da studi di armonia jazz, chitarra e tromba presso il 
Centro Jazz St.Louis di Roma, ha fatto parte di varie formazioni jazz-rock e rock nel corso degli anni 80, come Simmetrie (Angel Records), Epsilon Indi, Deriva, Yax, Nightporter e collaborando con vari jazzisti della piazza romana.
Da sempre interessato alle possibilità espressive e semantiche dell'elettronica ha utilizzato, fin dagli anni 80, sia sintetizzatori analogici, che i primi sequencer e computer come Commodore Amiga e Atari ST, che le possibilità offerte dalle prime chitarre synth.
Nei primi anni 90 con 
Eugenio Vatta (SNS), Carlo MartinelliMauro Tiberi Roberto Pedroni ha dato vita al gruppo di improvvisazione FRAMMENTI DI CAOS.

Nel 1996 i suoi lavori elettronici interessano l'etichetta di Marco Passarani 
Nature Records per la quale esce l'e.p. “NARCOS” targato AMPTEK (Alex Marenga Productions & TEKnologies) a cui faranno seguito una serie di brani nelle compilations dell'etichetta.  Con questa sigla realizza nel corso degli anni innumerevoli lavori di intersezione fra l’elettronica e altre tendenze sonore.
Nel 1994 , agli albori della diffusione nazionale della rete INTERNET, realizza il primo sito web italiano AMPNET dedicato alla scena elettronica di ROMA. 

Nel 1997 ha fondato il gruppo di crossover fra elettronica e altre tendenze sperimentali ENTROPIAcon il tastierista produttore Dr.Lops aka Hydrosnake, che ha ereditato l'esperienza di sperimentazione dei Frammenti di Caos.
Entropia, dopo il suo primo album "
Imaginary Solutions" del 1997/98 ha proseguito la propria esperienza attraverso la collaborazione trasversale di vari musicisti tradizionali ed elettronici.
Nel 2000 esce il secondo lavoro di Entropia "
Vertical Invader", nel quale emerge un interesse per il funk, che esplode nel lavoro del 2005 "Ultimate Eclectic Cinedelic Experience" (NOSHAME USA 2005), dove una serie di brani classici della colonna sonora italiana legata al cinema poliziesco anni 70 vengono riletti attraverso le sonorità elettroniche, dimostrando l'estrema modernità della musica italiana da film, il disco è stato distribuito unicamente negli USA in cofanetto col film di Stelvio Massi "IL CONTO E’ CHIUSO" (The Last Round).
Un progetto che si inserisce pienamente all'interno del processo recupero delle pellicole italiane di genere scatenato dai film di Quentin Tarantino anticipando di fatto una tendenza che avrebbe trovato ulteriori adepti successivamente.
Il progetto Cinedelic di ENTROPIA è infatti connesso alla pubblicazione di alcuni film dimenticati in nuova edizione DVD in particolare negli Stati Uniti, operato da una serie di case cinematografiche italiane e americane, e si salda all'operazione che in quella fase stava avvenendo nel mondo del cinema.
La fase "cinedelica" si protrae oltre l'album "Ultimate Eclectic Cinedelic Experience" in una serie di live paralleli alla pubblicazione di altre pellicole, e si solidifica in un secondo progetto discograficamente inedito, collegato alla ristampa de "La Notte dei Morti Viventi" di George A. Romero, "L'Aldilà" e "Paura nella Città dei Morti Viventi" di Lucio Fulci (Noshame) e di "Zombi" (AYP) nella rilettura di alcuni temi musicali provenienti da alcune pellicole horror splatter degli anni 70-80
Le attività di ENTROPIA si espandono inoltre nella composizione di colonne sonore per il cinema, il teatro e la televisione.
Entropia già a partire dal 1996 utilizzerà come elementi di sinergia visiva alle proprie costruzioni sonore anche altre forme di visual, realizzando performance su film dell'epoca del muto (Nosferatu di F.W. Murnau, e i film surrealisti di Man Ray, Marchel Duchamp o Reneè Claire) o su proprie elaborazioni visive caratterizzate da una certo visionarietà pischedelica.
Nel 2010 Entropia pubblica l’edizione limitata del minialbum 
SHOCKWAVES, in cui ripropone alcuni temi del cinema horror italiano. Nel 2011 pubblicano l’album eletcro-funk THE LAST ROUND.
Sempre del 2011 è la pubblicazione di 
ECLECTIC SURREALISM, composizioni originali per il cinema surrealista.


Nel 1996 fonda con 
Alessandro Grasselli aka Sg.R. e con il Dr.Lops l'etichetta ECLECTIC RECORDS, per la quale sono usciti una serie di lavori in vinile e cd.
ECLECTIC RECORDS produce inoltre il disco dei "
RECYCLEPASSAGGI E TIRI IN PORTA frutto di una lunga collaborazione che ha visto ENTROPIA esibirsi varie volte al fianco del duo romano e di REMO REMOTTI.

Nel 2001 Alex Marenga e Marco Micheli, danno vita al progetto 
Auto.Vox, deformazione del marchio di elettrodomestici e stereo che vedeva uno dei suoi stabilimenti alla periferia di Roma.Auto.Vox ha preso parte a vari festival di musica elettronica come il Bitz ed Electroma, ha già prodotto l'album TELEFUNK (2005) e MINDBOARD (2011)
Il sound di 
Auto.Vox è legato ai suoni e ai ritmi  dance electro-techno, e si propone di proseguire la sperimentazione inziata negli anni 90 dai due autori in quel settore musicale. Auto.Vox vede la presenza di DR.LOPS e la collaborazione attiva di vari elementi del progetto Entropia di cui è difatto uno spin-off .

Nell’etere romano Alex Marenga ha dato vita con 
Recycle alla trasmissione "La Danza della Mente", collabora con "Musica Machina", mentre con Lius e Dj Mat  conduce "TheZone" e con il critico cinematografico Giona A. Nazzaro ha creato "Falso Movimento".
Con il cantante 
Daniele Amenta (Simmetrie) ed Entropia ha realizzato il lavoro di connessione fra canzone d'autore ed elettronica "Automatismi" (2002).
Con il DJ e produttore 
Prince Faster (di Radio Rock) ha realizzato lavori come "CodaMozza" e "Micciacorta", fra i quali un remix per Assalti Frontali (Banditi 2000).
Con 
Giona A. Nazzaro ,con la sigla AMPGAN SOYUZ, ha realizzato video, documentari, interviste e performance dedicate al cinema ed ha ideato iniziative editoriali (La Storia di Mara storia a fumetti di Paolo Cossi, Lavieri Editore).
Come critico musicale  ha scritto per portali specializzati, riviste e audio commentary per DVD (insieme a Claudio Simonetti e Claudio Fuiano per 
ZOMBI di George A. Romero aka Dawn of the Dead, Alan Young Pictures).
Come regista ha realizzato documentari , in collaborazione con Giona A. Nazzaro, e interviste sul cinema italiano per Surf Video e NoShame Films (
Roma a Mano Armata, Cronaca di un Amore) per i quali ha realizzato anche le colonne sonore.
Per la televisione ha realizzato musiche per Cult TV e RAI. La produzione di colonne sonore sia da solo che attraverso il progetto ENTROPIA ha riguardato anche il teatro, il cortometraggio, il cinema indipendente e non, siti web, cd rom.
Nel corso degli anni ha inoltre collaborato con vari artisti italiani quali EVA MILAN, ETRURIA CRIMINALE BANDA (ECB POST POPULAR), EPSILON INDI, DANIELE AMENTA, MATTEO PAURI, FABIANA YVONNE LUGLI MARTINEZ (SIGN OF SOUND) e molti altri.



ComScore

Post popolari in questo blog

Luigi Russolo: il profeta futurista della modernità

Luigi Russolo  (Portogruaro, Venezia, 1885 - Cerro di Laveno, 1947) è stato un pittore e un musicista di portata straordinaria, le cui idee hanno rivoluzionato l'universo estetico della musica tradizionale, anticipando di decenni e decenni mutazioni e trasformazioni sia nella musica classica che in quella popolare. La sua visione anticipava un'estetica del suono in cui i rumori del quotidiano assumevano il medesimo rilievo delle note emesse dagli strumenti tradizionali, arrivando a sostituirli in un nuovo alfabeto sonoro fondato sul rumore. Russolo, aderente al movimento futurista fondato da Filippo Tommaso Marinetti, tentava la costruzione di un universo sonoro fondato sui rumori e sui suoni presenti nel mondo a lui contemporaneo. Il Movimento Futurista, attraverso la poesia sonora, la pittura, la scultura tentava di esaltare la modernità rappresentata dall'introduzione delle macchine nella vita quotidiana e l'esaltazione del dinamismo e del movimento. Luigi
AMPTEK Playlist 2018 Una playlist senza pretese di classifica, realizzata campionando le uscite del 2018 fra le migliaia di produzioni indipendenti e non, attraversando i vari generi di musica creativa. Elettronica e dintorni 1.        Mika Vainio + Ryoji Ikeda + Alva Noto ‎– Live 2002 https://youtu.be/Z7RUHDOte_0 2.        Aphex Twin -  Collapse E.P. (Warp) https://youtu.be/SqayDnQ2wmw 3.        Autechre – NTS Sessions (Warp) https://autechre.bleepstores.com/release/98703-autechre-nts-sessions-1-4 4.        Oneohtrix Point Never - Age Of  (Warp) https://youtu.be/qMQJF-7Y2h0 5.        Nils Frahm - All Melody https://youtu.be/30p3t5mk1YQ 6.        Jlin -  Autobiography https://youtu.be/l6XOwb_uPUk 7.        Laurel Halo - Silk Uncut Wood https://youtu.be/KzkC3Jrbf5s 8.        JPEGMAFIA -  Veteran https://youtu.be/uATMmh2NBSE 9.        Richard Devine -  Sort/Lave https://youtu.be/6hJYWK3xbVM 10.    Hieroglyphic Being -

Chitarra e synth, una riflessione estetica

Chitarra e synth, una riflessione estetica Nel recente articolo pubblicato da princefaster.com sulla storia della chitarra synth e dei suoi protagonisti abbiamo accennato anche ai risultati pratici dell’applicazione di questa tecnologia nei dischi realizzati da quando questa innovazione è stata introdotta. http://www.princefaster.it/la-lunga-storia-della-chitarra-synth-analisi-ed-evoluzione/ Riteniamo però opportuno un ulteriore approfondimento sul tema del suono sintetico nella popular music degli ultimi decenni. Il suono sintetico Cos’è il synth e cosa produce? Il sintetizzatore è l’assieme di moduli elettronici sviluppati nel corso del XX secolo connessi fra di loro al fine di produrre un suono mediante l’impiego di circuiti elettrici. Il rapporto fra suono ed elettricità si crea appena quest’ultima viene introdotta nella civiltà industriale. I pionieri delle prime macchine che emettono suoni mediante la sollecitazione di correnti elettriche anziché vibra