Passa ai contenuti principali

Amptek's Playlist 2014

le mie personali playlist 2014, ho preferito distinguere gli artistici "storici" dalle "nuove tendenze" e malgrado ciò penso sia impossibile effettuare delle concrete graduatorie, sono dischi da ascoltare e basta....

i top 25 del 2014

Gli artisti contemporanei che hanno prodotto dischi, a mio avviso, degni di attenzione nel 2014
  1. Flying Lotus - You Are Dead (Warp)
    pur restando un disco pienamente nello stile già rodato da Flying Lotus, è un lavoro che sprizza di jazz-rock anni 70. Suonato e non programmato, coglie un certo sound vintage riuscendo ad integrarlo nell'universo sonoro hip-hop. Degna di nota l'ospitata del divino Herbie Hancock, il re del jazz funk di tutti i tempi.


    http://youtu.be/k4Oz8UmUXbg
  2. Flaming Lips - With A Littile Helpd from My Fwends
  3. Teho Teardo and Blixa Bargeld - Spring
  4. Squarepusher - Music For Robots
  5. Cliff Martinez – The Knick (OST) (Milan)
  6. Arve Henriksen - Cosmic Creation 
  7. Hans Zimmer – Interstellar (OST)
  8. Autistici - Attaching Softness 
  9. Nurse With Wound - Contrary Motion
  10. Fire! Orchestra - Second Exit
  11. Hauschka - Abandoned City 
  12. Vladislav Delay - Visa
  13. Senking - Capsize Recovery
  14. Machinefabriek – Dubbeltjes
  15. Maps and Diagrams - Alluvium 
  16. Clark - Clark (Warp)
  17. Kangding Ray - Solens Arc 
  18. Plaid - Reachy prints 
  19. The Black Dog - Liber Collected
  20. Mogwai - Music Industry 3. Fitness Industry 1.
  21. Burnt Friedman - Cease To Matter  
  22. DJ QBert - GalaXXXian
  23. Xiu Xiu - Unclouded Sky 
  24. Scott Walker + Sunn O))) – Soused
  25. Venetian Snares - My Love Is A Bulldozer


i top 15 storici

i grandi artisti del rock degli anni 70 e 80 che continuano a proporre dischi pregevoli, la vecchia guardia ha ancora qualcosa da dire.
  1. Pink Floyd - The Endless River
    accompagnato da mille polemiche il disco dei PF non aggiunge nulla a quanto questo gruppo, a pieno regime, abbia già detto negli anni 70. Ma è un disco che riafferma l'attualità del loro suono ancora oggi, un suono che sopravvive nel post-rock e nell'elettronica contemporanea. Ed è proprio Youth degli Orb il cuore di un'operazione in cui il suo gusto da DJ interconnette le suggestive improvvisazioni che i Floyd scartarono ai tempi del molto più convenzionale e pop "Division Bell" in un flusso mixato di atmosfere ambient.http://youtu.be/eAPBU1vqRZA
  2. Franco Battiato - Joe Patti's Experimental Group
  3. Gong - I See You
  4. Pere Ubu - Carnival of Souls 
  5. Tuxedomoon - Pink Narcissus 
  6. Keith Jarrett - Hamburg '72 (Ecm)
  7. Faust - Just Us
  8. Jeff Beck - Live In Tokyo 
  9. Univers Zero - Phosphorescent Dreams 
  10. Clock DVA - Clock 2 
  11. Robert Plant - Lullaby and... The Ceaseless Roar 
  12. Legendary Pink Dots - Paris In The Spring 
  13. Dr. John - Ske-Dat-De-Dat...The Spirit Of Satch 
  14. John Foxx - B-Movie (Ballardian Video Neuronica) 
  15. Peter Murphy - Lion 

Commenti

Post popolari in questo blog

Luigi Russolo: il profeta futurista della modernità

Luigi Russolo  (Portogruaro, Venezia, 1885 - Cerro di Laveno, 1947) è stato un pittore e un musicista di portata straordinaria, le cui idee hanno rivoluzionato l'universo estetico della musica tradizionale, anticipando di decenni e decenni mutazioni e trasformazioni sia nella musica classica che in quella popolare. La sua visione anticipava un'estetica del suono in cui i rumori del quotidiano assumevano il medesimo rilievo delle note emesse dagli strumenti tradizionali, arrivando a sostituirli in un nuovo alfabeto sonoro fondato sul rumore. Russolo, aderente al movimento futurista fondato da Filippo Tommaso Marinetti, tentava la costruzione di un universo sonoro fondato sui rumori e sui suoni presenti nel mondo a lui contemporaneo. Il Movimento Futurista, attraverso la poesia sonora, la pittura, la scultura tentava di esaltare la modernità rappresentata dall'introduzione delle macchine nella vita quotidiana e l'esaltazione del dinamismo e del movimento. Luigi

Chitarra e synth, una riflessione estetica

Chitarra e synth, una riflessione estetica Nel recente articolo pubblicato da princefaster.com sulla storia della chitarra synth e dei suoi protagonisti abbiamo accennato anche ai risultati pratici dell’applicazione di questa tecnologia nei dischi realizzati da quando questa innovazione è stata introdotta. http://www.princefaster.it/la-lunga-storia-della-chitarra-synth-analisi-ed-evoluzione/ Riteniamo però opportuno un ulteriore approfondimento sul tema del suono sintetico nella popular music degli ultimi decenni. Il suono sintetico Cos’è il synth e cosa produce? Il sintetizzatore è l’assieme di moduli elettronici sviluppati nel corso del XX secolo connessi fra di loro al fine di produrre un suono mediante l’impiego di circuiti elettrici. Il rapporto fra suono ed elettricità si crea appena quest’ultima viene introdotta nella civiltà industriale. I pionieri delle prime macchine che emettono suoni mediante la sollecitazione di correnti elettriche anziché vibra

Amptek 2017 PLAYLIST

Questa playlist è apparsa sul sito di Prince Faster http://www.princefaster.it/i-migliori-album-del-2017/ e qui viene approfondita con maggiore dettaglio. Buon Ascolto. I 20 migliori dischi del 2017 Alessandro “Amptek” Marenga Aphex Twin –  London 03.06.17 [field day] (WARP, Wap 400)/ Korg_Trax_Tunings_For_Falling_Asleep (Korg)/ Orphans (Warp)/ Mt.Fuji Alla fine ancora lui. Dopo aver inondato la rete con centinaia di inediti AFX disarticola ancora una volta le logiche discografiche producendo fuori da qualsiasi schema e formato di mercato. Nel 2017 sono uscite tirature limitatissime in vinile, demo per tastiere Korg, remix e cassette fantasma dal Monte Fuji. Ancora una volta gioca con la scala temperata e i microtoni, le bassline sbilenche e i ritmi spezzati. Kraftwerk  – 3-D (Der Katalog) (Kling Klang) Iglooghost  – Neo Wax Bloom (2017) Floating Points  – Reflections – Mojave Desert (Pluto) Forest Swords  – Compassion (Ninja Tune) Ziur  – U Feel Anything (planet mu