lunedì 29 dicembre 2014

Recensione, YourRockguitar

e che sfrutta un cavo speciale che manda il segnale del pick up a un convertitore che invia a sua volta un sergnale MIDI a un synth. I più antichi e attivi protagonisti di questa tecnologia sono Roland e Axxon.
Un sistema che ha come vantaggio il fatto che permette di usare la propria chitarra elettrica e degli svantaggi non indifferenti, in primis il dover appiccicare sulla carrozzeria della propria chitarra in modo posticcio un intruso col il biadesivo o delle viti e poi il fastidio dovuto ai notevoli ritardi ed agli errori introdotti dal sistema esafonico, con fatica migliorati negli anni ma mai completamente risolti.


Dagli anni 80 è stata sviluppata una seconda grande famiglia, quella dei controller, che non si basano sulla reale vibrazione della corda, ma sulla pressione esercitata sul tasto captata attraverso sensori a pressione posti sotto ogni singolo tasto, il capostipite costosissimo di questa tecnologia è stato il Synthaxe, usato dal leggendario Allan Holdsworth che ha come vantaggio zero ritardi e una risposta immediata, e come svantaggio il fatto che non è una chitarra con funzioni normali, quindi non è possibile alternare il suono elettrico a quello elettronico o mischiarli. Questo sistema, al contrario dell'esafonico con costringe il chitarrista a far vibrare con precisione la corda e permette anche di realizzare frasi in "legato " e tapping.
YouRockGuitar si pone in questa seconda famiglia, ci sono , come nel Synthaxe, delle corde lato ponte, che se si vuole realizzare una tessitura ritmica tramite plettrata si abilitano, altrimenti si disabilitano e si può lavorare con la sola tastiera.

Quando si utilizza YRG con la sola tastiera lo strumento lavora senza poter controllare le dinamiche, ma permette con la mano libera, oltre d poter usare il vibrato, anche di lavorare con il joystick. YRG nasce come controller per giochi, ma possedendo uscite USB e MIDI in realtà consente di pilotare synth hardware e software con estrema precisione. La consistenza della tastiera è sorprendente, si ha la sensazione di suonare una chitarra classica con le corde di nylon, in realà sul manico le corde sono pressofuse. Unico limite le corde non sono splittabili su canali midi diversi e suoni diversi, ma a questo prezzo sarebbe chiedere troppo.
La risposta è immediata anche in tapping, la leva del vibrato è comoda e funzionale, per il costo che ha posso ritenerlo uno dei migliori controller per chitarristi sul mercato.

alex marenga

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.